Memorie del sottosuolo di Fëdor Dostoevskij, 1864

Mi divertivo a spaventare i passeri, tanto per ammazzare il tempo. TEMPO DI LETTURA TRE MINUTI E MEZZO, QUATTRO PER CHI E’ PIU’ LENTO In questo denso, pesante ma appassionato monologo, Dostoevskij scolpisce un ritratto indimenticabile di uomo infelice perché afflitto dalla coscienza: vera malattia dell’anima! Certo Svevo non si è dimenticato di questa lezione…

Caos calmo di Sandro Veronesi, 2005

Sembra proprio che questi Radiohead mi perseguitino. Un meritato premio Strega nel 2006, un immeritato 33° posto nella lista dei migliori libri del III millennio, che allegherò alla fine di quest’articolo. Per quanto io non li abbia letti tutti quei romanzi –  e quelli che ho letto li ho recensiti in questo blog (Troppi paradisi di…

Pasolini: la mancanza di una voce originale e indipendente

A un centenario dalla nascita (5 marzo 1922), molti avranno maggiormente pensato a lui. A me capita spesso di pensarlo e mi chiedo sempre come avrebbe analizzato nel suo modo anticonformistico la società attuale.La sua voce si è spenta troppo presto.Voglio ricordare qui qualcosa di meno detto o che mi ha colpito di più di…